Seleziona una pagina

Condividi!


Vediamo se indovino…

Hai capito che Facebook ads è uno strumento di marketing potente e che può essere utile a tutti i tipi di attività.

Poi ti sei informato, sui siti web o sui vari gruppi Facebook dedicati all’argomento.

Alla fine ti sei convinto che fosse arrivato il momento giusto per buttarsi nell’arena e lanciare la tua prima campagna, così hai provato a realizzarla da solo, oppure ti sei affidato a qualcuno che diceva di essere un consulente ma che forse tutte queste competenze non le aveva…

Ok, se ho indovinato, sia che tu abbia fatto da solo, ma anche se hai chiesto aiuto a qualcuno poco esperto, i risultati sono stati simili: le campagne sono partite, hanno generato qualche contatto, hai avuto qualche risultato, ma il tutto è molto lontano da quello che speravi di ottenere.

Ho indovinato?

Mi sa di si…

No, non sono un indovino, ma semplicemente ho ascoltato decine e decine di storie come la tua. Devi sapere che almeno la metà dei nostri clienti  arrivano da esperienze negative su Facebook ads dovute alla loro inesperienza o alla consulenza di qualcuno che non conosce a fondo lo strumento e le dinamiche che portano al successo sul Social.

Si, ok, ma gli errori dove stanno? Come faccio a capire dove ho sbagliato e a migliorare i miei risultati?

Vedi, Facebook Ads è uno strumento molto potente e apparentemente semplice da gestire. In realtà è molto facile andare a sbattere, perché Facebook è un ecosistema enorme, e bastano delle piccole imprecisioni per portare le tue campagne fuori rotta, e quindi molto lontano dal tuo pubblico di riferimento e dai tuoi obiettivi.

Per questo motivo bisogna porre la massima attenzione in tutte le fasi della realizzazione delle campagne, e non basta: è necessario un lavoro di ottimizzazione costante e continuo, per tutta la durata del tuo investimento in Facebook Ads.

Si, hai capito bene: non esiste una campagna perfetta, anche dopo settimane di ottimizzazione. Uno dei nostri punti di forza è proprio questo: analizziamo e ottimizziamo costantemente, anche ogni giorno, le campagne dei nostri clienti, per riuscire a dare sempre il massimo.

Il nostro metodo

Per farti capire come lavoriamo, ti spiegherò adesso, in poche parole, le quattro fasi di cui si compone il nostro metodo, così ti renderai conto di quanto lavoro c’è dietro una campagna che genera risultati, e quanto è facile sbagliare se non si ha la giusta esperienza o se non si dedica la giusta attenzione a tutte le fasi della realizzazione.

Fase 1: Analisi

analisi social

Se non si conosce il proprio mercato, se non si ha un’idea precisa di come lavorano i propri competitors, e se in più non si hanno le idee chiare di dove si vuole andare, non si riuscirà mai a realizzare niente di buono…

Il nostro approccio in questa fase è abbastanza semplice, e si può riassumere in queste tre domande:

  • Dove siamo?
  • Qual è il nostro target?
  • Dove vogliamo arrivare?

Non farti ingannare dall’apparente banalità di queste due semplici domande: in realtà qui dentro c’è gran parte del lavoro.

Rispondere a “dove siamo?”, vuol dire capire chi sono i nostri competitors, come lavorano, che tipo di contenuti pubblicano, quale strategia utilizzano per arrivare al loro pubblico e quale budget hanno a disposizione.Ti sembra poco?

Non lo è, te lo assicuro.

Noi utilizzano tools specifici per monitorare le azioni dei competitors e riusciamo ad individuare i punti deboli dove poter attaccare, ma anche le situazioni in cui il budget non ci permetterebbe di arrivare ai nostri obiettivi.

Insomma, conoscere l’ambiente in cui iniziamo a muoverci è fondamentale per partire con il piede giusto.

La seconda domanda è una delle più famose che tutti i marketers del mondo si fanno, ogni giorno: qual è il nostro target?

Inviare le ads alle persone giuste è l’unico modo per avere successo su Facebook. Per trovare il giusto pubblico bisogna studiare, sperimentare, attingere a tutte le fonti di dati disponibili e poi ottimizzare sempre. Un modo di lavorare molto duro, ma anche l’unico modo che porta risultati.

La domanda “dove vogliamo arrivare” è fondamentale per il punto successivo, ovvero la strategia.

Se non conosciamo bene i nostri obiettivi finali, e non riusciamo a costruire un percorso fatto di micro conversioni e ottimizzazione dei vari touch point che il cliente incontra nella fase di acquisto, non riusciremo mai a portare a termine la nostra strategia, e le nostre campagne di Facebook Ads saranno un sicuro fallimento.

Fase 2- Strategia

strategia facebook ads

Se hai già provato a creare la tua prima campagna su Facebook Ads, te ne sei già accorto, la prima cosa che ti viene chiesta è: qual è il tuo obiettivo?

Ti vengono proposte diverse voci tra cui “traffico sul tuo sito”, oppure “visualizzazioni di un video” o ancora “ conversioni “.

Sembra facile no? Basta selezionare l’obiettivo e Facebook ti guida nella strategia.

Ecco, purtroppo non è proprio così…

Per sapere quale obiettivo scegliere bisogna avere ben chiaro il motivo per cui si sta facendo una determinata azione e che ruolo ha la campagna all’interno di una strategia.

Mi spiego meglio…

Sei sicuro che una campagna con obiettivo “conversioni” ti possa portare il massimo di vendite possibili sul tuo sito?

Te lo dico io: dipende…

Se hai già lavorato correttamente prima, allora si, è possibile, ma se inizi direttamente così, stai perdendo solo soldi.

Ogni settore è diverso dagli altri, ed ogni strategia ha una sua storia, ma ti assicuro che un pubblico caldo converte sempre molto di più di un pubblico freddo.

Cosa vuol dire?

Che se le persone non ti conoscono faranno sicuramente fatica ad acquistare qualcosa sul tuo sito.

Questo vuol dire che una campagna con obiettivo “conversioni”, di solito arriva dopo diverse campagne con obiettivo “visualizzazione video”, “interazione” o “ visite al sito web”.

Solo dopo che hai creato un pubblico interessato ai tuoi prodotti, puoi iniziare ad avere il massimo in quanto a conversioni.

Ecco, non prenderla come regola generale, perché su Facebook non esistono le regole generali, ma di solito questo tipo di strategia funziona.

In ogni caso, quello che voglio farti capire, è che non esiste la campagna “magica” o il post perfetto: esistono solo le buone strategie e le cattive strategie.

Se addirittura non hai una strategia, non vai da nessuna parte.

Fase 3 – Contenuti

contenuti social

Il digital marketing sta esplodendo. Tutti ne parlano, tutti vogliono usarlo e tutti credono di avere capito come funziona. In realtà, in giro, vedo  moltissime strategie copiate a caso, e soprattutto vedo dei contenuti penosi.

Cosa credi di ottenere se investi migliaia di euro in ads ma non dai valore ai tuoi utenti?

Semplice, non ottieni niente.

La creazione dei contenuti deve essere modellata attorno al tuo target di riferimento, e deve essere fatta con cura, per darti la possibilità di emergere.

Gli utenti sono bombardati di messaggi e l’attenzione media ormai è bassissima: se non riesci a creare qualcosa di veramente interessante, i tuoi sforzi saranno di sicuro vanificati.

Lavora sui contenuti, pensa ai tuoi utenti, soddisfa i loro bisogni e dai anche qualcosa in più: vedrai che solo così arriveranno i risultati.

Fase 4 Ottimizzazione

Te lo dico subito: non si finisce mai di ottimizzare. Pensa sempre ad una campagna su Facebook come ad un essere vivente che si muove in un ambiente che cambia in continuazione. Per questo motivo anche la campagna deve cambiare e si deve adattare, giorno dopo giorno, per avere il massimo dei risultati. Il pubblico reagisce in modo inaspettato e l’unica cosa che puoi fare è analizzare i dati ed agire, sempre.

Può esserci la saturazione del pubblico, oppure il calo di interesse verso un argomento o ancora l’angle con cui hai impostato la tua creatività può funzionare per un periodo e dopo andare incontro ad un calo fisiologico.

Insomma, solo una ottimizzazione costante può portare a risultati costanti, possibilmente anche in crescita.

 

Quindi perché le nostre campagne funzionano meglio di altre?

Bè, adesso lo avrai sicuramente capito, avere risultati su Facebook Ads non è facile. Serve molta esperienza e serve molto lavoro, anche quotidiano, per progettare e seguire delle campagne pensate come “pezzi” di una strategia più grande.

Solo così si arriva ai risultati, e solo così si riesce a guadagnare di più spendendo meno.

 

Condividi!

The following two tabs change content below.

Massimo Penzo

Ciao, sono Massimo Penzo, mi occupo di comunicazione in ambito digitale. Sono un esperto qualificato di Google Adwords e lavoro da anni anche con Facebook Ads.

Vuoi altre guide sul

Web Marketing?

Entra nella nostra community

e cresci con noi

La tua privacy è al sicuro, non inviamo spam!

Registrandoti confermi di accettare la privacy

Grazie, a presto!