Condividi!

Realizzare un buon targeting per interessi su Facebook ads è uno dei modi più potenti per raggiungere clienti in linea con i nostri prodotti o servizi. Solo se riusciamo ad inviare le nostre ads ad utenti interessati, possiamo ottenere il massimo dalle nostre campagne.

Quando avremo una solida base di utenti che hanno interagito con la nostra pagina, potremo creare anche altri tipi di pubblico, come le Custom Audience.

Questa guida però ti serve per conoscere tutti i segreti che servono a fare bene solo il primo passo, cioè quello di creare un pubblico basato sugli interessi. In altri articoli ti spiegheremo come creare le Custom Audience e come fare per sfruttarle al meglio, ma per ora concentriamoci sul primo step, che come vedrai, può dare già molte soddisfazioni.

Sei pronto? Ok, possiamo iniziare

Targeting per interessi

Parliamoci chiaro, stiamo parlando del sistema di targeting più avanzato che ogni marketer abbia mai avuto a disposizione. Facebook raccoglie e cataloga miliardi di informazioni riguardanti i suoi utenti: dall’età, alla zona di residenza, passando per le abitudini e gli interessi.

Proprio grazie al targeting per interessi possiamo avvicinarci il più possibile ai nostri potenziali clienti.

Pensaci bene, se io dovessi vendere vendere una bicicletta, quanto più efficace sarebbe la mia pubblicità se potessi inviare le mie ads solo ai ciclisti?

Facebook ci permette di selezionare degli interessi generici da cui partire per creare il nostro pubblico. Se vogliamo iniziare a trovare i nostri ciclisti a cui vendere la bicicletta possiamo iniziare inserendo come interesse proprio “bicicletta”, nel campo per la targettizzazione dettagliata quando creiamo l’inserzione.

Ma Facebook fa anche molto di più.

Il sofisticato sistema di targeting del social network più famoso del mondo, ha un database contenente milioni, se non miliardi, di argomenti specifici. Se li selezioniamo sapientemente, abbiamo l’opportunità di creare un pubblico quasi perfetto, e di conseguenza di avere la minor spesa possibile con il maggior guadagno.

Ti faccio un esempio

Se voglio vendere attrezzature per il ciclismo, di sicuro potrò selezionare macro interessi come “mountain bike”.

facebook ads targeting per interessi

Immagino però che il mio cliente ideale, abbia già espresso in qualche modo un interesse verso alti micro argomenti legati al ciclismo, come la pagina di un campione, una marca produttrice di selle, un evento ciclistico internazionale.

Mettendo assieme questi interessi posso riuscire ad avvicinarmi sempre di più ad un pubblico sicuramente interessato ai miei prodotti.

Ma come faccio a trovare questa lista di interessi?

Adesso arriva il bello di questa guida…

Naturalmente, se sei un esperto della materia, puoi anche permetterti di fidarti della tua cultura personale. Puoi selezionare tutti quegli argomenti che tu conosci e che sai che ogni buon ciclista deve conoscere.

Ma mettiamo a caso che io, che devo creare la campagna, non ne so niente di ciclismo, come faccio?

Semplice, mi faccio aiutare.

E da chi?

Dai più grandi colossi del web mondiale: Amazon, Google e lo stesso Facebook.

Per iniziare a conoscere i nostri clienti, anche quelli che non abbiamo ancora incontrato, dobbiamo basarci sui Bueyer Personas.

In questa guida non andrò a parlare nello specifico di come creare i Buyer Personas, ti basta sapere che sono dei modelli realistici dei tuoi clienti, basati sui dati che hai raccolto.

Torniamo alla nostra campagna sulle biciclette e sull’attrezzatura da ciclismo. Uno dei tuoi Buyer Persona potrebbe avere dai 35 ai 55 anni, essere un professionista, avere tempo libero principalmente nei week end ed avere un reddito abbastanza alto da potersi permettere attrezzature di prima qualità. 

Queste sono caratteristiche che Facebook ti permette di selezionare durante la definizione del target ( età, professione ecc. )

Ma non basta.

Dobbiamo essere in grado, nel modo più specifico possibile, di capire quali sono i suoi interessi, specialmente quelli che girano attorno al mondo del ciclismo.

Per fare questo sarebbe bello capire che libri leggono i tuoi potenziali clienti, quali sono gli eventi sportivi che li interessano maggiormente, che siti web guardano e che pagine Facebook seguono.

Ecco, grazie al metodo che ti sto per spiegare sarai in grado di avere moltissime informazioni, basandoti su dati reali raccolti e catalogati dai giganti del web.

Consultando Amazon, Google e Facebook, nel modo che ti andrò a spiegare, sarai in grado di sapere molto di più sui tuoi potenziali clienti, e sarai in grado di inviare loro pubblicità sempre più specifiche.

Google

Il motore di ricerca più grande del mondo osserva e cataloga tutto quello che succede sul web. Google conosce i siti di maggior successo, ma può darci un aiuto anche più specifico, facendoci vedere le liste dei siti che i nostri utenti frequentano.

Come?

Un passo alla volta…

Per ora concentriamoci sulle informazioni che possiamo avere semplicemente digitando sulla famosa barra di ricerca di Google.

Se inseriamo la parola chiave “ciclismo”, vediamo che il motore ci restituisce diverse notizie. Già partendo dalle news, potremmo trovare il nome di qualche protagonista da inserire tra gli interessi del nostro target. In questo caso scendendo tra i risultati, troviamo solo siti generici, tipo la gazzetta dello sport, che però, trattando tutte le discipline sportive, abbraccia un target troppo ampio per i nostri scopi.

Andando un po’ più giù troviamo le ricerche correlate.

facebook ads target google

Qui la cosa si fa più interessante….

Possiamo vedere infatti che Google ci suggerisce almeno due ricerche che possono essere molto utili al nostro scopo.

La prima è Nibali, campione italiano di ciclismo che troviamo tra gli interessi su Facebook.

targeting interessi dettagliato

La seconda è Giro d’Italia, la corsa di biciclette più famosa del nostro paese.

facebook ads strumento targeting

Ecco, già selezionando questi due interessi, otteniamo un pubblico sicuramente interessato alle nostre campagne, ma possiamo fare anche di più, solo utilizzando la barra di ricerca di Google.

Se inseriamo per esempio “marca biciclette da corsa”, troviamo tra i risultati alcuni siti che ci elencano le marche più famose del ciclismo da corsa. E’ probabile che un ciclista appassionato possa seguire un marchio famoso relativo al suo sport, e di conseguenza, inserendo la marca tra gli interessi, possiamo ulteriormente andare ad intercettare i nostri potenziali clienti.

L’aiuto che può darci Google però non si ferma qua. Grazie al suo sistema di pubblicità, Adwords, possiamo avere dei suggerimenti ancora più specifici.

Adesso vi spiego come…

Adwords

Per aiutare gli utenti a migliorare le loro performance pubblicitarie, e di conseguenza ad investire maggiormente sulla piattaforma, Google offre molti strumenti utili per capire gli interessi del target e le abitudini degli utenti online.

Provo ad essere più chiaro.

Google sa che se un utente è interessato al ciclismo, molto probabilmente mostrerà interesse anche per il cicloturismo.

Come fa a saperlo?

Google analizza le ricerche e tutti i dati provenienti dalla sua rete ( siti display, app, gmail ecc.). Grazie a questa enorme mole di informazioni, riesce a capire molte cose riguardo ad interessi e comportamenti.

Ma come facciamo noi a recuperare questi dati grazie ad Adwords?

Ci sono diversi modi per farlo, intanto te ne spiego un paio…

(se non hai un account adwords attivo, ti basta crearne uno in modo gratuito, e potrai iniziare ad usare gli strumenti di cui ti parlo nei prossimi paragrafi)

1- Strumento di pianificazione delle parole chiave

Se inserisci un argomento, o una parola chiave, Google ti restituisce diversi risultati che, secondo le sue informazioni, sono in linea con l’argomento indicato.

Esempio

Se io scrivo Ciclismo e lancio la ricerca, mi accorgo che tra i risultati che mi vengono restituiti c’è anche Cicloturismo.

facebook ads targeting adwords

Se io provo ad inserire questa parola nel campo degli interessi del target di Facebook, vedo che la trova. In questo modo posso inserire un interesse che prima non conoscevo, o che non sapevo fosse rilevante, e targettizzare meglio il mio pubblico.

pubblico per interessi

Esistono in più, delle pagine Facebook che hanno un successo abbastanza grande da “meritarsi” di comparire tra gli interessi selezionabili in fase di targeting.

Ma possiamo usare il pubblico di queste pagine per aggiungerli ai destinatari delle nostre ads?

Certo, prima però ti spiego come funziona questo targeting.

Oltre agli interessi generici, quelli per capirci che indicano uno sport o una attività, Facebook ci da la possibiltà di inserire nel nostro target anche degli interessi più specifici, relativi a personaggi o pagine del social network. Se io per esempio apro un blog di successo, e ricevo molta attenzione su Facebook, allora potrò comparire tra gli interessi selezionabili in fase di targeting.

Chiaro?

Ma come faccio a sapere quali sono queste pagine o questi blog inseriti nella ricerca?

Anche qui ci viene in aiuto Google Adwords, con il prossimo strumento che vi spiegherò.

2- Pianificatore Display

Questo fantastico strumento permette di ricevere una lista di siti simili a quello che noi inseriamo nella barra di ricerca.

Facciamo finta di dover creare delle ads indirizzate a chi si interessa di automobili.

Possiamo inserire un sito famoso del mondo dell’automobilismo, come auto.it, e vediamo che lo strumento ci restituisce una lista di siti in linea con i contenuti del sito.

target con display adwords

Tra i risultati troviamo per esempio autoblog.it, e se lo inseriamo nella ricerca degli interessi di Facebook, vediamo che compare ed è selezionabile. In questo modo possiamo inviare le nostre ads anche agli utenti che seguono la pagina di autoblog.it.

facebook ads pubblico per interessi

Trovare blog o pagine di successo relative all’argomento che trattiamo con le nostre ads è molto importante. Quando definiamo le buyer personas, dobbiamo dedicare molta attenzione alla fase di definizione dei loro interessi, e quindi delle letture che fanno e dei blog o siti che seguono.

Volete conoscere un altro trucchetto per capire quali siti frequentano i nostri potenziali clienti?

Ve lo dico subito…

Fare un campagna Adwords.

Che?

Si, non sto scherzando. Realizzare una campagna adwords per la rete display è un ottimo modo per andare a sbirciare i siti frequentati dal nostro target.

Basta creare una semplice campagna display, magari con un paio di banner, inserire il nostro target e andare poi a vedere i posizionamenti. Vedremo così in quali siti sono stati inseriti i nostri banner e potremo farci un’idea su quali sono i siti che i nostri potenziali utenti vanno a vedere.

Facebook

Naturalmente anche Facebook ha al suo interno degli strumenti che permettono di avere dei suggerimenti quando si parla di targeting per interessi.

Il primo che ti troverai davanti, quando andrai a creare una campagna, è quello integrato nello step “posizionamenti” nel gruppo di inserzioni (o adset).

Se digiti un interesse e lo selezioni, cliccando sul tab “suggerimenti”, Facebook ti propone una lista di possibili interessi legati in qualche modo a quello che hai selezionato.

Spesso questo metodo è un buon punto di partenza, ma per riuscire a selezionare un pubblico più dettagliato, io consiglio sempre di cercare gli interessi anche con gli altri metodi che ti ho descritto in questa guida.

Perché?

Perché solo scavando tra gli interessi specifici di un pubblico, come i libri che le persone hanno letto, o i personaggi che seguono, si riesce ad intercettare gli individui più in linea con i nostri obiettivi di marketing.

Un altro strumento che Facebook ci mette a disposizione è Audience Insight. Lo trovi cliccando sul menù in alto a sinistra.

Grazie a questo tool, abbiamo la possibilità di indagare su diversi tipi di pubblico, selezionando alcune caratteristiche come il luogo dove si trovano, l’età, il genere e anche gli interessi.

Come vedi sull’immagine, selezionando “automobili” come interesse, si può sapere qualcosa di più riguardo alle persone che Facebook ha individuato come interessati all’argomento.

facebook audience insight

Per esempio riusciamo a capire che c’è un grande interesse verso i marchi famosi del settore, come Volkswagen o Mercedes.

Tenendo conto di questo si può andare a rifinire ancora meglio il nostro pubblico selezionando, ad esempio, il nome delle grosse case automobilistiche nel campo “interessi” quando creiamo la campagna.

Amazon

Ti ho già detto che un modo molto efficace di creare un pubblico basato sugli interessi è quello di andare a scoprire quali sono i libri che le persone hanno letto e quali sono gli autori di riferimento.

Bene, quale migliore modo di scoprire queste informazioni se non quello di chiederle al maggior venditore di libri al mondo?

Ti riporto qui un esempio che ho già fatto in un altro articolo che parla di Facebook Ads.

Se stiamo cercando di selezionare un pubblico interessato all’argomento Marketing, una delle migliori cose che possiamo fare è cercare su Amazon i libri più letti sulla materia.

Come puoi vedere dalle immagini, se cerco appunto Marketing, il primo risultato che ottengo è un libro molto famoso di Robert Cialdini.

targeting tramite libri su amazon

Se non hai mai sentito parlare di questo autore ti consiglio di leggere qualche suo libro, perché da degli ottimi suggerimenti su come usare la persuasione ai fini del Marketing.

Se io inserisco Robert Cialdini tra gli interessi del mio pubblico su Facebook, posso vedere che l’autore compare ed è selezionabile.

targeting interesse facebook

Amazon è una risorsa enorme per trovare autori e libri legati a degli specifici argomenti e ti suggerisco di passarci un po’ di tempo se vuoi selezionare un target adatto alle tue Ads.

Come ho già detto altre volte, un pubblico basato solo sugli interessi non genera risultati immediati in quanto a vendite o conversioni, ma è un ottimo punto di partenza per indirizzare gli utenti verso il proprio sito web o creare delle custom audience basate sulle interazioni con gli annunci.

Naturalmente se riesci a selezionare già da subito un pubblico in linea con le tue ads, otterrai dei risultati migliori, e seguendo i consigli che hai letto in questa guida, vedrai che partirai di sicuro nel migliore dei modi.

 

Ricevi gratis gli aggiornamenti
Iscriviti per avere nuove guide sul web marketing
Rispettiamo la tua Privacy, non inivamo spam!

Condividi!

The following two tabs change content below.

Massimo Penzo

Ciao, sono Massimo Penzo, mi occupo di comunicazione in ambito digitale. Sono un esperto qualificato di Google Adwords e lavoro da anni anche con Facebook Ads.

Vuoi altre guide sul

Web Marketing?

Entra nella nostra community

e cresci con noi

La tua privacy è al sicuro, non inviamo spam!

Registrandoti confermi di accettare la privacy

Grazie, a presto!